Loading…

Dottorandi in corso

Due volte all’anno il dottorando è tenuto a presentare l’avanzamento del proprio lavoro di fronte ad una commissione formata da docenti interni al Politecnico. In entrambi i casi, la commissione esprime una valutazione sul dottorando.

Nel primo avanzamento annuale, che si tiene a metà dell’anno accademico, il dottorando presenta l’esito del proprio lavoro di ricerca, entrando nel dettaglio dei contenuti e della metodologia. La commissione sarà formata da docenti vicini agli interessi di ricerca del candidato e la valutazione espressa riguarderà il livello di sviluppo e approfondimento di quanto presentato, sia dal punto di vista tematico che metodologico.

Nel secondo avanzamento annuale, che si svolge in prossimità della chiusura dell’anno accademico, il dottorando consegna un bilancio generale delle attività formative e di ricerca svolte. In questo caso, la commissione è formata esclusivamente da membri del Collegio Docenti.
La valutazione terrà conto:

  • delle attività formative svolte (in particolare, del numero di corsi frequentati e dei voti ottenuti
  • del numero e della qualità delle pubblicazioni
  • della capacità di stabilire relazioni internazionali e della partecipazione a convegni, conferenze e progetti di ricerca internazionali
  • del giudizio sintetico espresso dal relatore.

Le valutazioni saranno espresse in lettere. Per essere ammessi all’anno successivo, è necessario ottenere una valutazione positiva (A/B/C/D) nel secondo avanzamento annuale.
Se la valutazione ottenuta è uguale a Er (insufficiente ripetente), il candidato dovrà ripetere l’anno.
Se la valutazione ottenuta è uguale a Ei (insufficiente inidoneo) il candidato dovrà lasciare il Corso di Dottorato.